12/09/2019

Monte Bianco e paesaggio alpino

Monte Bianco e paesaggio alpino - Roberto Carnevali - Montagne

Per fare una buona fotografia di paesaggio ad un territorio, solitamente occorre prima di tutto esplorarlo, percorrerlo, tornare varie volte per trovare un punto di osservazione e quindi di ripresa adatto.

Poi si pianifica di tornarci ancora una volta, con il meteo e la luce adeguati, per poter realizzare la fotografia.

Di solito c'è molta ricerca, parecchie scarpinate, alcune delusioni relative al meteo che non corrisponde a quanto preventivato, dietro ad una riuscita fotografia di paesaggio.

In qualche rara occasione invece, si "inciampa" quasi nel giusto scorcio, con il giusto meteo, e non rimane che realizzare la fotografia. 

Così durante un servizio che stavo realizzando alle cascate e ghiacciaio del Rutor in valle d'Aosta nel luglio del 2014 per il mensile Bell'Italia, mi sono imbattuto in questo scorcio.panoramico sul massiccio del Monte Bianco. Il paesaggio morenico costellato da infinite piccole pozze e laghetti in primo piano, è quello a quota 2.500 m ai piedi del ghiacciaio del Rutor.

Un luogo meraviglioso e silenzioso da raggiungere con un po' di fatica e più di 1.000 m di dislivello: un balcone unico sull'arco alpino.
 
Pubblicata dal 12/09/2019