04/07/2019

Highlands

Highlands - Roberto Carnevali - Lago Scaffaiolo - Appennino Tosco Emiliano

Siamo indotti in questi ultimi decenni ad andare sempre lontano, in luoghi esotici, per poter vedere qualcosa di sorprendente, qualcosa che ci hanno già raccontato essere meraviglioso ed assolutamente imperdibile.

Così finiamo nella migliore delle ipotesi a fare i turisti in un qualche tour organizzato.

La possibilità di spostarsi per lunghe distanze con facilità e a poco prezzo, il non dover pianificare un itinerario, un viaggio, ha finito per impigrirci la mente. E' una cosa che noto in molti adulti, ed è preoccupante: da genitore sento la responsabilità verso i miei figli, ed i giovani più in generale, di dare loro la possibilità di un approccio differente.

Da grande, e ormai a quasi 51 anni lo sono, ho la possibilità di avere i mezzi e l'indipendenza dell'adulto, un bagaglio d'esperienza che mi sono fatto nel tempo, e la voglia di sognare e scoprire del ragazzino. Avendo in aggiunta la salute e una buona forma fisica, ringrazio il cielo perché non mi manca nulla per essere felicemente curioso.

Come da bambino, anche oggi amo immaginare che luoghi a me vicini possano divenire altri spazi. Come un pioppeto finiva per essere la foresta di Sherwood, oppure un vecchio casolare malconcio sul fiume dietro casa, la tana dei pirati della Malesia. 

Non ho mai avuto la sindrome del turista, non mi interessa collezionare luoghi visitati, nemmeno i bollini dei rifugi per poter dire ci sono stato e confrontare la mia raccolta con quella di altri. Ho sempre amato invece conoscere un territorio, un luogo: arrivare ad avere una confidenza concreta con esso.

Molti anni dopo il mio essere bambino ho letto parecchio di Tiziano Terzani, e tra le innumerevoli cose meravigliose che ci ha lasciato, ho trovato e capito meglio cosa non mi è mai piaciuto del turismo: Varrebbe la pena pensarci anche solo oggi per un discorso di sostenibilità, oltre a tutte le altre implicazioni...

Anche se il gps del mio Garmin mi fornisce coordinate che sono compatibili con il Lago Scaffaiolo, e in lontananza il comprensorio del monte Cimone sull'appennino Emiliano, io non ho dubbi: queste sono le ben più famose e fantasticate Highlands.

Pubblicata dal 04/07/2019