Portrati - Uno sguardo da molto vicino


Ritrarre una persona in modo adeguato Ŕ uno dei compiti pi¨ ardui a cui un fotografo pu˛ essere chiamato. Forse per qualcuno queste parole possono sembrare eccessive, in fondo tutti realizzano ritratti in continuazione: anzi ormai ha preso piede il concetto di ritratto rubato. Dipende molto dall'approccio che si ha e da quanto ci si propone di ottenere.

Per ritrarre una persona Ŕ necessario prima entrare in relazione con essa, trascorrere un po' di tempo a "studiarla", capire cosa ci intriga di essa. E' una fase che richiede tempo, empatia e doti pi¨ naturali ed umane che fotografiche. In questa fase la macchina fotografica non serve: la curiositÓ e la voglia di capirla invece sono fondamentali. In questa fase si forma l'immagine della persona dentro di me, che racconta non solo il suo aspetto fisico, ma soprattutto il suo carattere e la sua unicitÓ. Questa Ŕ l'immagine che cercher˛ di fissare e che io chiamo ritratto.

Poi che si realizzi in un'inquadratura strettissima, in un mezzo busto o in un ritratto ambientato poco importa. Come sempre per raccontare bene qualcosa bisogna prima conoscerla. Questo Ŕ l'approccio che utilizzo che caratterizza ogni mio ritratto.

Buona visione...

Pagina:  12