26/08/2020

Il ciclo vitale del ghiacciaio

La dinamica estiva del ghiacciaio - Rutor - Valle d'Aosta - Montagne - Fotografia - Roberto Carnnevali

Nella stagione invernale, se vi Ŕ capitato di vedere o ancora meglio camminare su un ghiacciaio, Ŕ facile percepirlo come un'estensione permanente della montagna. Un luogo in cui al posto della roccia Ŕ il ghiaccio a rendere concreta una superficie su cui muoversi con molta attenzione.

Ma se andiamo a vederlo nella stagione estiva, a differenza della montagna, Ŕ subito chiaro come il ghiacciaio sia un elemento molto pi¨ delicato con un ciclo vitale evidente. 

Con l'intento di mostrare questo ciclo ho realizzato questo fotografia del ghiacciaio del Rutor in Valle d'Aosta, uno dei principali in Italia.
 
La parte alta del ghiacciaio si vede sulla destra tra cui svettano le Vedette, e scende come una grande lingua verso il basso, fino a formare una moltitudine di rivoli, laghi e bacini di fusione nella piana a circa 2.500 m di quota.

Quando ci si trova davanti a questi spettacoli naturali maestosi Ŕ facile rimanerne affascinati: e al contempo comprendere la fragilitÓ e trasitorietÓ dei ghiacciai.

 
Pubblicata dal 26/08/2020